• Italiano
  • English

25 settembre – 12 dicembre: “I profili del diritto. regole, rischi e opportunità nell’era digitale”

Nel Palazzo Centrale dell'Università di Parma sei appuntamenti per conoscere e approfondire le tematiche giuridiche inerenti ai Big Data

Parma, 22 settembre 2017 - Sei appuntamenti per conoscere e approfondire le tematiche giuridiche inerenti ai Big Data, il grande mondo digitale nel quale siamo, consapevolmente o meno, immersi quotidianamente. I grandi vantaggi nel semplificare la nostra vita, dagli acquisti ai viaggi, dalle relazioni interpersonali alla sicurezza, vedono come contraltare un’immensa quantità di informazioni messe a disposizione di società, governi o altri individui, con rischi evidenti per quanto concerne la nostra privacy e non solo.

Partendo da questi aspetti e con una particolare attenzione al tema della tutela dei dati, è nato il progetto I “profili” del diritto. Regole, rischi e opportunità nell’era digitale, organizzato da Lucia Scaffardi, professore della Cattedra di Diritto Pubblico Comparato del Dipartimento di Giurisprudenza, Studî politici e Internazionali dell’Università di Parma, in collaborazione con l’Associazione di Diritto Pubblico Comparato ed Europeo. Così, dal 25 settembre al 12 dicembre si alterneranno all’Università di Parma docenti ed esperti nei vari aspetti di questa complessa “nuvola” di informazioni.

Il ciclo di seminari, tutti in programma nel Palazzo centrale dell’Ateneo (via Università 12), si aprirà lunedì 25 settembre alle ore 11 in Aula A con l’intervento della prof. Licia Califano, componente dell'Autorità Garante per la protezione dei dati personali: la prof. Califano tratterrà il tema La tutela dei dati e la “privacy europea" alla luce del pacchetto di riforme sulla protezione dei dati, composto dal Regolamento 2016/679 e dalla Direttiva 2016/680 che diverranno operativi dal 2018 (il Regolamento sarà applicabile a decorrere dal 25 maggio 2018, mentre la Direttiva dovrà essere recepita a livello nazionale entro il 6 maggio 2018). A seguire, il 3 ottobre (ore 11, aula E), toccherà al prof. Giorgio Resta (Università degli Studi Roma Tre,) approfondire le problematiche legate aLa tutela dei dati e la "morte digitale", ovvero alla "successione" dei beni digitali di tutti noi, mentre il 18 ottobre (Aula E, ore 11) la prof. Lucia Scaffardi dell’Università di Parma si occuperà di La tutela dei dati e i "database genetici per uso forense", altro tema di grande attualità nel quale devono essere contemperate le esigenze investigative con quelle di tutela delle persone coinvolte. Il 14 novembre (Aula della Bandiera, ore 14.30) sarà la volta dell’intervento del prof. Oreste Pollicino e del dott. Marco Bassini dell’Università Bocconi di Milano su La tutela dei dati e i "social network”, un argomento particolarmente sentito dai giovani e non solo: quante informazioni personali vengono infatti condivise quotidianamente senza le opportune cautele? Il 6 dicembre (Aula E, ore 11) toccherà al prof. Tommaso Edoardo Frosini dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli parlare di La tutela dei dati e il diritto all'oblìo, incontro nel quale si discuterà della possibilità riconosciuta all'individuo di riappropriarsi della propria storia personalenon vedendo divulgate in modo indefinito informazioni che lo riguardano. Infine il 12 dicembre (Aula della Bandiera, ore 14.30) il prof. Vincenzo Zeno Zencovich dell’Università degli Studi Roma Tre chiuderà il ciclo di incontri con una lezione su La "Datasfera": regole giuridiche per il mondo digitale parallelo.

Gli appuntamenti, rivolti agli studenti di Giurisprudenza e Scienze Politiche, sono aperti al pubblico e a tutti gli interessati.

 

Pubblicato Sabato, 23 Settembre, 2017 - 01:14 | ultima modifica Lunedì, 25 Settembre, 2017 - 11:18