• Italiano
  • English

menu

Terza missione

Mission

Il Dipartimento interviene nell’attività di terza missione dispiegando una molteplicità di saperi, che spaziano nell’àmbito giuridico, sociale, politico, economico ed hanno connotazione umanistica e insieme altamente specialistica, con una forte incidenza sulla società.
Il servizio che viene reso alla crescita culturale, economica e sociale del territorio attraverso la terza missione si concretizza, in estrema sintesi, in due ampie tipologie di attività e di correlati àmbiti di intervento.
1) La prima consiste nella disseminazione del sapere attraverso la sua produzione e la sua condivisione gratuita e ad ampio raggio, investendo i contesti culturale, sociale, educativo, di sviluppo di consapevolezza civile. Il fine si articola in una crescita complessiva del livello di benessere della società, una condivisione delle conoscenze, un incremento delle consapevolezze necessarie per ciascun cittadino per esercitare compiutamente le funzioni democratiche.
In merito alle tematiche affrontate si richiamano, ad esempio, le iniziative aperte al grande pubblico inerenti al terrorismo, alle migrazioni, al fine vita, all’Unione Europea, ai nuovi modelli (giuridici e sociali) della famiglia, al carcere, al web, alla giustizia e al processo, alla bioetica, all’identità di genere, alla tecnologia e al diritto, alla globalizzazione, alla devianza.
2) La seconda tipologia riguarda l’impiego tecnico dei saperi, che vengono messi a disposizione di una platea più ristretta di utenti e dietro compenso, mirando a conseguire obiettivi specifici, quali la formazione specialistica su particolari materie somministrata ad operatori di determinati settori (ad esempio: notai, avvocati, operatori sociali, personale delle forze dell’ordine); si accenna, per esemplificare, alla Scuola di Specializzazione per le Professioni legali, ai Corsi di perfezionamento, all’attività di consulenza nelle materie di specializzazione dei componenti del Dipartimento, alla certificazione riguardo a specifici àmbiti e tipologie di rapporti, procedure e documenti.

Delegato alla Terza missione

Delegato del Dipartimento : Prof. Ulrico Agnati

Attività di Terza Missione del Dipartimento di Giurisprudenza, Studi Politici e Internazionali
rapporto con la cittadinanza

Il Dipartimento organizza incontri, convegni, conferenze aperte al pubblico:

  • ciclo de “I Mercoledì del Diritto” (giunto alla ottava edizione);
  • partecipazione fattiva all’organizzazione e allo svolgimento della Notte dei Ricercatori;
  • organizzazione di Prolusioni tenute da figure di rilievo e di frequente note anche ad un pubblico non strettamente di addetti ai lavori, iniziative tutte cui la cittadinanza interviene, prendendo anche parte al dibattito;
rapporto con gli ordini professionali e gli operatori specializzati

Il Dipartimento organizza corsi specialistici, in collaborazione con soggetti istituzionali, quali l’Ordine degli avvocati, Fondazioni forensi, Consigli notarili, l’Ordine dei Dottori commercialisti ed Esperti contabili, Ordine degli Architetti di Parma, o in collaborazione con associazioni private, come AIGA, Camere civili, AGAP, “Associazione Italiana Avvocati per la famiglia e per i minori”, tanto della provincia di Parma, quanto di altre zone.

Ad esempio:

rapporto con gli istituti scolastici

Il Dipartimento organizza lezioni presso gli istituti e nelle sedi universitarie, anche su temi indicati dai dirigenti e dai docenti delle scuole della città e della provincia di Parma, e di altre province anche fuori regione.

es.

rapporto con le istituzioni politiche, culturali, sociali di àmbito locale, regionale, nazionale e internazionale

Il Dipartimento organizza:

  • lezioni aperte (in collaborazione, regolamentata da appositi accordi, con Ciac Onlus,Coop. Sirio, Comune di Parma),
  • Laboratori di partecipazione sociale (con coinvolgimento degli studenti all’interno delle realtà cittadine del volontariato, in collaborazione con Forum Solidarietà e con il supporto della Fondazione Cariparma),
  • attività seminariali all’interno del carcere di Parma (una docente del Dipartimento è Delegata del Rettore per i rapporti con gli II.PP. di Parma),
  • cooperazione al progetto “Presidio” di Caritas Italiana,
  • partecipazione a progetti internazionali finanziati dall’Unione Europea (Dir. Gen. Giustizia, ERC) che investono anche la formazione (rivolta, ad esempio, a professionisti del Settore giuridico sulla corretta applicazione della Carta dei diritti fondamentali della UE, in materia di protezione dei dati e asilo);
  • partecipazione alle attività promosse dall'ufficio EUROPASS, in collaborazione con Regione Emilia Romagna e Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (European Food Safety Authority - EFSA); con i Centri Antiviolenza, nonché varie Associazioni a tutela delle donne (es. “Doppia difesa”), con la Deputazione di Storia Patria per le Province Parmensi, con il Rotary Parma, con “Borgo Lab - Laboratorio di Cittadinanza Attiva”, patrocinato dall’Università di Parmae dall’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia Romagna.
Pubblicato Giovedì, 5 Aprile, 2018 - 13:22 | ultima modifica Venerdì, 6 Aprile, 2018 - 11:05